Mentre molti musicisti si inseriscono facilmente in una singola categoria, la visione musicale unica di Steve Vai rimane non classificabile. Dopo più di 30 anni, Vai continua a usare il virtuosismo sfrenato della chitarra e un’arte piena di sentimento per esplorare lo spettro delle emozioni umane.
Chitarrista virtuoso, compositore visionario e produttore consumato che scolpisce il suono musicale con infinita creatività e maestria tecnica, Steve Vai ha stupito i fan di tutti i generi con le sue eccezionali abilità chitarristiche e musicalità per decenni. All’età di 12 anni, ha iniziato a prendere lezioni di chitarra da Joe Satriani. A 18 anni, ha iniziato la sua carriera musicale professionale trascrivendo e suonando con il leggendario Frank Zappa. Più di tre decenni, più di 15 milioni di album venduti e tre GRAMMY Awards dopo, Vai ha dimostrato di essere uno dei veri originali della musica.

Il lavoro di Vai è stato riconosciuto con una lunga lista di premi e riconoscimenti, inclusi oltre 15 dalla sola rivista Guitar Player. I suoi successi in carriera gli hanno fatto guadagnare la laurea honoris causa dal Berklee College of Music e dall’Istituto dei Musicisti. Il candidato al Long Island Music Hall of Fame del 2016 è stato votato come il decimo “Greatest Guitarist” dalla rivista Guitar World e si colloca costantemente tra i migliori in varie liste dei migliori chitarristi di tutti i tempi.

Nel 2012, la TEC Foundation lo ha insignito del prestigioso Les Paul Award, creato nel 1991 per salutare coloro che hanno stabilito i più alti standard di eccellenza nell’applicazione creativa della tecnologia. I vincitori passati del Les Paul Award includono Paul McCartney, Neil Young, Herbie Hancock, Steely Dan e Bob Clearmountain. Nel conferirlo a Vai, TEC ha osservato: “La straordinaria facilità di Steve Vai alla chitarra è acclamata nel mondo del rock e oltre … Vai ha dedicato i suoi talenti a far avanzare creativamente il linguaggio della musica. Mentre molti artisti rientrano facilmente in una singola categoria, Steve Vai rimane non classificabile. È un alchimista musicale di prim’ordine. “

Vai ha girato il mondo come artista solista, come membro dei G3 e con Frank Zappa, David Lee Roth (subito dopo che Roth ha lasciato Van Halen), Alcatrazz e Whitesnake – all’apice della sua popolarità. La discografia completa di Vai comprende più di 60 album, inclusi molti con Zappa, altri da stint con Roth e Whitesnake, così come uscite live, collaborazioni, compilation e lavori orchestrali.

I momenti salienti includono il rivoluzionario Passion and Warfare degli anni ’90 e Sound Theories Vol. 1 & 2, eseguita con la Metropole Orkest dei Paesi Bassi. Le altre composizioni orchestrali di Vai includono “The Middle of Everywhere”, che ha avuto la sua prima mondiale nel 2011 con la Noord Nederlands Orkest. Il direttore dell’orchestra, Marcel Mandos, ha detto del lavoro di Vai, “la musica di Steve Vai può facilmente competere con quella di famosi compositori contemporanei”.

In qualità di produttore audio affermato, Vai ha scritto, prodotto e ingegnerizzato tutti i suoi album da solista e ne ha pubblicati molti tramite Favored Nations Entertainment, la sua etichetta discografica indipendente che ha anche pubblicato oltre 70 album di musicisti leggendari come Tommy Emmanuel, Steve Lukather , Eric Johnson, Billy Sheehan, Larry Carlton e molti altri. Per Vai, virtuosismo e versatilità non si escludono a vicenda. Ha creato musica per film di successo, videogiochi bestseller, franchise sportivi nazionali e iniziative di marchi aziendali.

Nel 2012, Vai ha intrapreso un epico tour di tre anni che copre 253 impegni (inclusi spettacoli, concerti con varie orchestre e master class) in 52 paesi a sostegno del suo 16 ° album da solista, l’acclamato The Story of Light. Dopo aver firmato un accordo di registrazione multipla con SONY Music Entertainment e Legacy Recordings nel 2015, Vai ha rilasciato Stillness In Motion – Vai Live in L.A., un set di 2 CD e 2 DVD, a livello internazionale. L’accordo multi-album ha segnato un ritorno a casa delle PMI per Vai, che ha stabilito lo standard d’oro e di platino per la musica rock strumentale in una serie di album pubblicati attraverso Relativity ed Epic Records dal rivoluzionario Passion and Warfare degli anni ’90 (il suo secondo album e prima etichetta major release) attraverso le Sound Theories orchestrali del 2007, Vol. I e II.

Per commemorare il 25 ° anniversario del suo album storico, Passion and Warfare – altamente considerato come una delle più grandi registrazioni di chitarra rock strumentale di tutti i tempi – Vai ha pubblicato Modern Primitive / Passion and Warfare 25th Anniversary Edition nel 2016. L’uscita, che includeva inediti in precedenza materiale, è stato celebrato da uno speciale tour mondiale di oltre 100 date in cui ha eseguito per la prima volta dal vivo l’intero disco di Passion and Warfare. Dopo aver conquistato l’Europa e gli Stati Uniti, la terza tappa del Passion and Warfare 25th Anniversary Tour arriverà in Sud America, Messico e Porto Rico a maggio e giugno 2017.

Oltre al suo lavoro in tour da solista, Vai è noto per le sue performance creative dal vivo con orchestre di tutto il mondo e per progetti come Vai Academy (il suo campo annuale di chitarra), masterclass di Alien Guitar Secrets e Generation Axe, una combinazione unica di cinque chitarristi di grande talento in cui attualmente è in tournée a livello internazionale con Zakk Wylde, Yngwie Malmsteen, Nuno Bettencourt e Tosin Abasi.

“Oltre ad essere un chitarrista, sono un grande fan della chitarra. Adoro quel maledetto strumento. “

Steve Vai

Gli strumenti distintivi di Vai includono la chitarra Ibanez JEM, che ha progettato nel 1985 con caratteristiche uniche tra cui il tremolo fluttuante e l’impugnatura scimmia. La JEM è ora una delle serie di chitarre signature più longeve e di maggior successo della storia, e per oltre un decennio il suo modello gemello, la RG, è seconda nelle vendite mondiali solo alla Fender Stratocaster. Sempre per Ibanez, Vai ha progettato “The Universe”, la prima chitarra elettrica commerciale a 7 corde. Questo strumento ha ispirato una rivoluzionaria sottocultura del metallo iniziata a metà degli anni ’90. Tra le sue molte altre collaborazioni innovative con i produttori di apparecchiature, ha progettato la serie Steve Vai Legacy V3 di amplificatori interamente valvolari con Carvin Corporation.